LE RIGHE VERTICALI

LE RIGHE VERTICALI

Ah le righe! Fiumi di pagine e ricerche sono state dedicate a narrare le origini di questa semplice e stretta linea, che nel corso della storia e’ diventata simbolo di specifiche condizioni economiche e sociali ed e’ ora, nei tempi moderni, associata ad energia e rigore.

Pensando alle righe oggi e’ facile collegarle alle famose camicie Bretoni dei marinai (marinière), trend che Chanel introdusse magistralmente alle masse modaiole all’inizio del xx secolo. In realtà, nel medioevo le righe erano portate quasi esclusivamente da galeotti o appartenenti a classi sociali inferiori, facendone indumenti spesso associati a una pessima e incivile condotta.

Al giorno d’oggi le righe sono un classico immancabile sulle passerelle primavera/estate, e quest’anno il super trend e’ la riga verticale. Esultate con me per l’ottima notizia! Perché non c'è nulla di meglio per allungare la silhouette di una riga verticale, facendo di questa tendenza una scelta stilosa ma soprattutto che complimenta il corpo, definendone la linea (insomma, ci smagrisce!). Ben sappiamo che per le meno alte fra di noi, gli armadi devono pullulare di righe verticali - quest’anno possiamo abbinare pantalone e camicia lunga casual sempre a righe per un total look che fa subito 5 cm in piu’!

Personalmente adoro proporre motivi grafici in modo non convenzionale, come abbiamo fatto con questa camicia di Victoria Beckham e pantaloni di Marcus Lupfer, accostando due motivi diversi per creare un effetto sorpresa. Ma potete benissimo usare lo stesso disegno o una tinta unita per il top o il sotto: le righe sono super eclettiche. Con gambe così lunghe, chi ha bisogno di tacchi?!

Styling e articolo di Marta Rossi. Marta vive a Londra e si specializza in Style Coaching e Personal Branding. La puoi trovare su www.stylememarta.com

Share this post

Related products